TUTTI GLI ARTICOLI
Un viaggio alla ricerca delle origini
del gusto icona di Grom,
dall’Italia fino al Medioriente.

Uno degli aspetti del pistacchio che ci affascina da sempre è la sua natura ambivalente, capace di sfuggire a qualsiasi catalogazione. Dolce o salato?
Sono pochi gli ingredienti che si possono trovare contemporaneamente sulla pasta, in un’impanatura, nella farcitura di una torta e, ovviamente, nel nostro amato gelato.

Ma qual è la storia di questo piccolo frutto?

Oltre alla Sicilia, le terre di coltivazione del pistacchio sono Siria, Iran, Turchia, Grecia e California. In ognuna di queste aree troviamo varietà di pistacchi che cambiano a seconda del terreno e dello scopo con cui vengono coltivate.

Se i frutti provenienti dalla California sono adatti agli aperitivi e quindi croccanti e facili da sgusciare, è in Medioriente che abbiamo trovato i pistacchi perfetti per il nostro gelato. In questi territori, infatti, l’utilizzo finale è la pasticceria, quindi si favoriscono diversi gradi di maturazione del frutto, che corrispondono ad altrettante variazioni aromatiche.

Guido Martinetti, uno dei due fondatori di Grom, ci racconta come sceglie personalmente i pistacchi più adatti al gelato.

“ogni anno a fine settembre ricevo tutte le campionature di pasta al pistacchio dal fornitore e faccio lo stesso lavoro che fa il maestro di Cava dello Champagne. Seleziono le partite, le miscelo cercando il giusto bilanciamento e indico il mix perfetto.”

La nostra ossessione per questo gusto ci ha portato a sperimentare tante ricette diverse: biscotti, creme spalmabili, praline. Il leitmotiv che lega tutti questi prodotti così diversi tra loro è il perfetto equilibrio tra pistacchi di provenienza differente e gradi di maturazione diversi. Il loro bilanciamento è la chiave per creare un gusto che corrisponda alla nostra idea di gelato al pistacchio; per colore, intensità e aroma. Per i nostri prodotti abbiamo selezionato il “Perfect Green”, il primo raccolto, e il “Mawardi” che rappresenta il periodo di raccolta intermedio e che bilancia la forte aromaticità del Perfect Green.

Una ricerca costante guidata dalla mutevolezza della natura e dalla nostra innata curiosità. Può sembrare un lungo viaggio per trovare un solo gusto, ma #NeValeLaPena.
25 MARZO 2019
Condividi
"Walls can't stop
who strongly
desires something.
They only stop who
doesn't really
believe in it."
GUIDO MARTINETTI